Cos’è il FTSE MIB

Nei telegiornali economici di tutti i giorni si sente spesso nominare l’indice FTSE MIB e le sue quotazioni. Ma cos’è il FTSE MIB in realtà? E perchè viene preso in considerazione per il mercato italiano? Come leggerete le risposte sono molto semplici. Il FTSE MIB viene preso in considerazione perchè non è altro che l’indice di riferimento del mercato azionario italiano. Esso è composto dalle 40 società di maggior valore e infatti rappresenta circa l’80% della capitalizzazione dell’intero mercato. Questo indice è creato in modo da garantire agli investitori una rappresentazione più veritiera possibile dei vari mercati azionari italiani. Possono essere incluse tutte le società che vengono negoziate nei mercati MTA e MIV ad esclusione delle azioni privilegiate e di risparmio. Vi possono essere naturalmente anche delle eccezioni come specificato nelle regole presenti nel sito di Borsa Italiana.

Le regole di selezione delle azioni presenti nel FTSE MIB seguono criteri generali come:
– la capitalizzazione di mercato ponderata sulla base del flottante;
– la liquidità scambiata sui vari mercati negli ultimi sei mesi;
– nuove quotazioni;
– azioni in circolazione.

Il terzo venerdì di marzo, giugno, settembre e dicembre vi sarà una revisione delle azioni che compongono l’indice in modo da aggiornare il paniere alla situazione più attuale.

FTSE MIB UN PO’ DI STORIA

Il FTSE MIB è l’acronimo di Financial Times Stock Exchange Milano Indice Borsa ed è nato nel 2009 dopo la fusione di Borsa Italiana con il London Stock Exchange. La fusione ha creato il London Stock Exchange Group.
Prima del FTSE MIB l’indice della Borsa Italiana ha avuto varie vicissitudini. Se risaliamo ormai ai “lontani” anni 90 l’indice si chiamava MIB 30 e rappresentava l’evoluzione appunto delle 30 società più importanti. Dal 2003 in poi diventò S&P MIB 40 derivando il nome da una partnership tra l’agenzia di rating Standard and Poor’s e la Borsa Italiana.
Dal 2009 in poi, come detto, è diventato il FTSE MIB che conosciamo anche oggi.

QUALI AZIONI COMPONGONO L’INDICE FTSE MIB?

Come avete letto in precedenza il FTSE MIB è composto dalle 40 azioni più rappresentative del mercato italiano (in particolare i mercati MTA e MIV). Attualmente sono le seguenti:
-A2A S.p.A.
-Atlantia S.p.A.
-Azimut Holding S.p.A.
-Banca Mediolanum S.p.A.
-Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.
-BPER Banca S.p.A.
-Banco BPM S.p.A
-Brembo S.p.A.
-Buzzi Unicem S.p.A.
-Campari – Milano S.p.A.
-CNH Industrial N.V.
-Enel S.p.A.
-Eni S.p.A.
-Exor N.V.
-Ferrari N.V.
-Fiat Chrysler Automobiles N.V.
-FinecoBank S.p.A.
-Generali S.p.A.
-Intesa Sanpaolo S.p.A.
-Italgas S.p.A.
-Leonardo S.p.A.
-Luxottica S.p.A.
-Mediaset S.p.A.
-Mediobanca S.p.A.
-Moncler S.p.A.
-Poste italiane S.p.A.
-Prysmian S.p.A.
-Recordati S.p.A.
-Saipem S.p.A.
-Salvatore Ferragamo S.p.A.
-Snam S.p.A.
-STMicroelectronics N.V.
-Telecom Italia S.p.A.
-Tenaris S.A.
-Terna S.p.A.
-UBI Banca S.p.A.
-UniCredit S.p.A.
-Unipol S.p.A.
-UnipolSai Assicurazioni S.p.A.
-Yoox Net-A-Porter Group S.p.A.

Tutte società di primaria importanza e i cui beni/servizi utilizziamo spesso nelle nostre attività quotidiane.

Avete visto quindi cos’è il FTSE MIB. Questo indice è stato creato e viene tenuto aggiornato trimestralmente per essere adatto al trading di futures e opzioni, come benchmark per gli ETFs (Exchange Traded Funds) e per il tracking delle azioni a elevata capitalizzazione del mercato italiano.

Titolo: La mente del trader. Trading vincente
senza farsi condizionare dalle emozioni

Autore: Giacomo Probo
Editore: Hoepli
ISBN: 978-8820362881
Pagine: 240
Formato: Copertina flessibile
Anno edizione: 2014
Prezzo intero: € 24,90

Lascia un commento