Cos’è un Fondo Sovrano?

Cos’è un Fondo Sovrano? Se te lo stai chiedendo cercherò di spiegartelo in modo semplice qui di seguito: un fondo sovrano (in inglese Sovereign Wealth Fund) è un fondo di investimento controllato da uno stato. Si tratta di un veicolo che permette allo Stato la necessaria flessibilità nelle scelte di investimento al fine di utilizzare le risorse accumulate per esempio dai surplus delle bilance commerciali o dalla vendita delle materie prime. Gli investimenti finanziari che vengono effettuati dai fondi sovrani cercano di ottenere profitti che andranno a beneficiare l’economia dello stato e dei suoi cittadini oppure che hanno lo scopo di ottenere vantaggi strategici e di esercitare un controllo politico.

COS’E’ UN FONDO SOVRANO? 

Tutto qui quindi? Sì, in realtà la risposta è molto semplice e quindi nel momento in cui sentirai parlare di queste istituzione saprai anche cos’è un fondo sovrano.

I fondi sovrani sono saliti alla ribalta soprattutto negli ultimi anni con investimenti eclatanti sia negli Stati Uniti che in Europa. Anche se un tempo erano principalmente ignorati dall’opinione pubblica e agivano per lo più nel silenzio generale.

Qui di seguito trovi un esempio di alcune delle operazioni condotte in Italia da fondi sovrani di stati esteri:

Il fondo sovrano di Dubai atterra sugli aeroporti di Firenze e Pisa

oppure:

Il Qatar A Milano

o anche:

Primo fondo sovrano al mondo: “Investiamo in Italia ma occhio al rating”

Nel mondo molti stati hanno creato un proprio fondo sovrano al fine di gestire al meglio le risorse in surplus. Qui di seguito trovi i fondi sovrani che hanno il maggior valore di attivi in gestione (i dati sono del 2017):

Come vedi il più grande fondo sovrano al mondo è quello norvegese (si chiama Norges Bank Investment Management) e gestisce un valore di assets che nel 2017 è arrivato a toccare l’iperbolica cifra di 1 trilione di dollari. Come ricorda il quotidiano The Economist arrivando a quella cifra, i poco più di 5 milioni di cittadini norvegesi, è come se avessero una ricchezza pro capite di 167.000 euro investita nel fondo. Ma non solo, i mille miliardi di capitalizzazione del fondo sovrano norvegese rappresentano una quota di circa l’1,3% di tutti i titoli quotati al mondo.




Dietro, ma con un po’ di distacco, da quello norvegese si contendono il secondo posto il fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti e quello Cinese che gestiscono entrambi poco più di 800 miliardi di dollari di assets.

IL FONDO SOVRANO ITALIANO

E in Italia qual’è il fondo sovrano dello stato? Dopo aver parlato dei maggiori fondi sovrani al mondo sappi che anche l’Italia ha il proprio. Sicuramente hai sentito parlare, o guardando un telegiornale o leggendo un quotidiano, della Cassa depositi e prestiti (Cdp).

La Cdp è una società per azioni nata nel 1850, addirittura prima dell’unità d’Italia, con la principale funzione di custode dei “Depositi” degli italiani. La Cassa depositi e prestiti è considerato il forziere dello stato italiano grazie al patrimonio di oltre 400 miliardi di euro ed è controllata con una quota dell’83% dal Ministero dell’economia.
Fin dall’inizio il fondo sovrano dell’Italia ha agito come braccio finanziario dello stato finanziando la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche contribuendo così in modo decisivo all’ammodernamento della nazione.

Solo negli ultimi anni la Cassa depositi e si è aperta al finanziamento delle piccole e medie imprese, a investire nel capitale di società considerate strategiche e ha esercitato un ruolo di supporto nelle privatizzazioni. Tra le quote di maggior valore strategico compaiono quelle in Eni, Snam, Terna e Fincantieri (attraverso la società Fintecna).

Quindi adesso, oltre a sapere cos’è un fondo sovrano, sai anche qual’è il fondo sovrano dell’Italia.




CONCLUSIONI

Giunto alla fine dell’articolo hai ormai capito che cos’è un fondo sovrano. Per definizione si tratta di un fondo di investimento di proprietà di uno stato e non di un singolo investitore. Hai visto che i profitti ottenuti dai fondi sovrani possono essere utilizzati per i seguenti scopi:

1- beneficiare l’economia della nazione e in generale dei suoi cittadini;
2- ottenere vantaggi strategici su risorse naturali, immobiliari o finanziarie;
3- esercitare un influenza politica sul governo della nazione ospitante.

Se usati bene i fondi sovrani sono uno dei veicoli eccezionali per aumentare la ricchezza della nazione, vedi per esempio il più grande (e aggiungerei anche il meglio gestito) fondo sovrano al mondo, quello norvegese.
Inoltre possono essere usati in maniera anticiclica per sopperire alla scarsità di risorse nei momenti di difficoltà del ciclo economico, come può essere all’arrivo di una recessione.

Qui di seguito una lettura interessante sull’argomento inerente l’articolo “cos’è un fondo sovrano”:

Titolo: I fondi sovrani.
Autore:Alberto Quadrio Curzio, Valeria Miceli
Editore: Il Mulino
ISBN: 978-8815130549
Pagine: 142
Formato: Copertina morbida
Anno edizione: 2009
Prezzo intero: € 8,80

Lascia un commento